indennita di posizione

indennita di posizione

Messaggioda Sucricri » 13/08/2019, 16:31

comune con pop sotto i 5000 abiatnti che ha approvato regolamneto posizioni organizzative in base al nuovo contratto ed ha previsto periodo transitorio all utilizzodel nuovo regolamento fino al 31122019
i responsabili sono 4 e si vuole aggiungere un nuovo responsabile per larea polizia muincipale sprovvista di comandante fino ad allora. le indennita di posizione sono all interno del fondo decentrato ,.Vorrei capire come si fa ad remunerare il responsabile nuovo e da dove si tolgono i soldi ? fondi di bilancio ??
dal fondo si intaccherebbero i soldini per tutti gli altri dipendenti ! dagli spazi assunzionali ???
potreste darmi soluzioni alternative??
Sucricri
 
Messaggi: 428
Iscritto il: 13/01/2015, 18:46

Re: indennita di posizione

Messaggioda Sucricri » 13/08/2019, 16:49

specifico meglio che non è che si sta istituendo una nuova area ..ed un anuova posizione quella ce sempre stata solo ch e era ricoperta dai diversi segretari comunali che si sono succeduti
che non percepivano nessuna indennità . e l'intero fondo delle p.o se lo sono ripartito gli altri quattro senza lasciare niente per il 5 che comunque esisteva
Sucricri
 
Messaggi: 428
Iscritto il: 13/01/2015, 18:46

Re: indennita di posizione

Messaggioda SOLVECOAGULA » 13/08/2019, 19:04

Sucricri ha scritto:specifico meglio che non è che si sta istituendo una nuova area ..ed un anuova posizione quella ce sempre stata solo ch e era ricoperta dai diversi segretari comunali che si sono succeduti
che non percepivano nessuna indennità . e l'intero fondo delle p.o se lo sono ripartito gli altri quattro senza lasciare niente per il 5 che comunque esisteva


Seguo e lascio ad altri una più compiuta risposta, ad ogni modo nel tuo primo post c'è già la risposta.

La somma di:
a) Fondo per lo sviluppo delle risorse umane e produttività insieme al
+
b) rimanente accessorio, che comprende sicuramente le indennità per le P.O.

non può superare l'ammontare del 2016. Pertanto, se la somma dei due è già pari all'ammontare del 2016, aggiungere un'ulteriore previsione di nuove indennità non può che andare a scapito di qualcos'altro, ma sempre all'interno dell'ambito sopra esposto.

Bisogna distinguere due aspetti: uno, dove reperire le risorse assolute e due, rispettare i limiti sopra accennati. Il primo aspetto concerne il se ci sono soldi sufficienti per poterselo permettere, l'altro invece, a valle di una risposta positiva al primo aspetto, è se vengono rispettati i limiti sull'ammontare del FPSRUEP e il rimanente accessorio.

In altre parole, le altre due ipotesi da te accennate: 'da altri fondi di bilancio? 'No, poichè si tratta di accessorio e quindi sei nel perimetro sopra accennato. Quanto alle entrate che li alimentano, sono in realtà fondi di bilancio tutti. Non esiste un fondo che non sia di bilancio su cui appoggiarsi, ma questo è il primo dei due aspetti accennati.
La seconda, 'spazi assunzionali': questi non centrano nulla, poichè non sono fondi, ma "solo" limiti di spesa al personale concessi dallo Stato (o Regioni?) in relazione alle cessazionui degli anni precedenti, dunque quanto si può assumere in rapporto alle risorse umane impiegate, liberatesi in un certo numero di anni precedenti.
Ultima modifica di SOLVECOAGULA il 14/08/2019, 15:39, modificato 1 volta in totale.
SOLVECOAGULA
 
Messaggi: 328
Iscritto il: 11/02/2016, 12:17

Re: indennita di posizione

Messaggioda CICCO » 14/08/2019, 9:17

SOLVECOAGULA ha scritto:
Sucricri ha scritto:specifico meglio che non è che si sta istituendo una nuova area ..ed un anuova posizione quella ce sempre stata solo ch e era ricoperta dai diversi segretari comunali che si sono succeduti
che non percepivano nessuna indennità . e l'intero fondo delle p.o se lo sono ripartito gli altri quattro senza lasciare niente per il 5 che comunque esisteva


Seguo e lascio ad altri una più compiuta risposta, ad ogni modo nel tuo primo post c'è già la risposta.

La somma di:
a) Fondo per lo sviluppo delle risorse umane e produttività insieme al
+
b) rimanente accessorio, che comprende sicuramente le indennità per le P.O.

non può superare l'ammontare del 2016. Pertanto, se la somma dei due è già pari all'ammontare del 2016, aggiungere un'ulteriore previsione di nuove indennità non può che andare a scapito di qualcos'altro, ma sempre all'interno dell'ambito sopra esposto.

Bisogna distinguere due aspetti: uno, dove reperire le risorse assolute e due, rispettare i limiti sopra accennati. Il primo aspetto concerne il se ci sono soldi sufficienti per poterselo permettere, l'altro invece, a valla di una risposta positiva al primo aspetto, è se vengono rispettati i limiti sull'ammontare del FPSRUEP e il rimanente accessorio.

In altre parole, le altre due ipotesi da te accennate: 'da altri fondi di bilancio? 'No, poichè si tratta di accessorio e quindi sei nel perimetro sopra accennato. Quanto alle entrate che li alimentano, sono in realtà fondi di bilancio tutti. Non esiste un fondo che non sia di bilancio su cui appoggiarsi, ma questo è il primo dei due aspetti accennati.
La seconda, 'spazi assunzionali': questi non centrano nulla, poichè non sono fondi, ma "solo" limiti di spesa al personale concessi dallo Stato (o Regioni?) in relazione alle cessazionui degli anni precedenti, dunque quanto si può assumere in rapporto alle risorse umane impiegate, liberatesi in un certo numero di anni precedenti.

Concordo, per mia esperienza diretta, su quanto illustrato.
CICCO
 
Messaggi: 270
Iscritto il: 31/12/2014, 11:19


Torna a Finanziario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >